Getter Storia

ゲッターロボ
Getter Robot G
(Getter Robot G)

1975 – Toei Doga, Dynamic Planning
39 episodi

Idea Originale: Nagai Go
Idea Originale: Ishikawa Ken To

La storia di Getta Robot (Getter Robot G, in originale) è la prosecuzione di quella di Space Robot (Getter Robot, in originale).
L’impero dei dinosauri lancia il suo attacco finale contro la città impiegando tre robot contemporaneamente.
Dopo aver distrutto due nemici Space Robot non riesce a contrastare l’ultimo, un gigantesco brontosauro dotato di armi pesanti. Il robot di Ryo Hayato e Musashi è ormai quasi distrutto dopo la battaglia e così come il laboratorio del professor Saotomè.
L’unico modo per distruggere il mostro è quello di attaccare il suo punto debole: lanciare un grosso missile nelle sue fauci. Il missile però è troppo grosso per essere trasportato da un solo jet così il team deve riuscire ad unirlo in aria per poi poi spararlo, ma l’operazione fallisce: Musashi non riesce a portare a termine l’unione e nel tentativo Space Robot perde un braccio.
Sentendosi responsabile del fallimento dell’operazione, il pilota di Getta Orso prende in segreto il jet di Mikiru e, con una manovra suicida, si getta nelle fauci del mostro, distruggendo il robot ma perdendo la vita.
Per impedire ai terrestri di ricostruire il Getta Robot i dinosauri mobilitano un esercito di mostri subentra una nuova minaccia: gli Oni, un popolo di demoni risvegliatosi da un sonno millenario che spazza via i rettili per prenderne il posto come nemici dei terrestri per la supremazia del pianeta.
Il professor Saotomè ha così modo di ricostruire un nuovo Getta Robot, più potente della prima versione, in grado di affrontare la nuova minaccia, l’Impero dei Cento Demoni, guidati dall’imperatore Brai.
Questo nuovo nemico intende conquistare la Terra e si dimostra fortemente interessato alla tecnologia relativa all’energia Getta: durante la serie tuttavia i vari tentativi di rubarla si rivelano sempre dei fallimenti.
A differenza dell’impero dei dinosauri, i robot dell’Impero dei Demoni sono dei veri esseri meccanici, sempre dotati di corna sulla testa e spesso simili in aspetto al Capitano demone che li pilota.
Ryo e Hayato vengono così affiancati da Benkei, un corpulento giocatore di baseball, imbranato ma coraggioso, che prende il posto di Musashi alla guida della terza navetta.


L’Impero dei Demoni sferra un attacco su scala mondiale, mettendo a ferro e a fuoco le principali capitali mondiali impiegando ben 6 demon robot differenti.
Il Getta affronta con successo uno dei mostri giunto sul territorio giapponese, ma la battaglia lo lascia senza energie. Improvvisamente compare un mostro risultante dall’unione di cinque demon robot, gli stessi autori degli attacchi alle metropoli della Terra. Grazie alla ricarica di Lady Command, Getta Robot può tornare a combattere e scagliare nuovamente la sua arma più devastante, distruggendo il nemico in mille pezzi.
L’esplosione inganna gli eroi: sul fondo dell’oceano il robot dei demoni si ricompone e, tornato sulla terraferma arriva a Tokyo dove distrugge ogni cosa si pari sul suo cammino.
Getta Robot torna in azione ma il nemico si scompone di nuovo in più demon robot: uno trattiene gli eroi mentre un secondo attacca il laboratorio. Getta Dragon però eliminare l’avversario e torna alla base per difenderla dagli attacchi del nemico. Mikiru cerca di rifornire i compagni ma l’azione fallisce. Hayato, preso il posto della ragazza su Lady Commando, affronta il nemico e penetrato nella cabina dei piloti nemici, causa esplosioni nella struttura facendo esplodere il mezzo in mille pezzi.
Gli eroi piangono la morte del loro nemico ma non possono perdersi d’animo perchè c’è un mostro in città da sconfiggere. Mikiru prende il posto di Hayato e con Rygar affronta il mostro che si è nuovamente scomposto per godere nuovamente del vantaggio numerico.
Rygar prima e Dragon poi sbaragliano i tre mostri ma l’imperatore Brai decolla con la base, trasformata in una gigantesca astronave di battaglia. Il nemico si getta sul laboratorio, distruggendo definitivamente la base degli eroi, mentre il Getta robot non riesce a debellare il colosso volante.
Quando la speranza è ormai alla fine ecco un esplosione deflagrare all’interno della base nemica: è opera di hayato, tratto in salvo da Hidler nella battaglia precedente e che intendeva impiegarlo come ostaggio. Ryo è lesto ad affrontare la breccia nel mezzo dei demoni un colpo di Scarica Luminosa distrugge definitivamente la base dei Demoni, che espolode in mille pezzi e affonda nell’oceano. Quando tutto è ormai finito la sorpresa più bella è vedere che Hayato, il compagno che credevano morto, emerge incolume dalle acque, salutandoli con un braccio.
La guerra è finalmente terminata e l’umanità si avvia verso un lungo periodo di pace e tranquillità.

N.B.: Benchè nella sigla Italiana lo si chiami Jet Robot nella serie il nome citato negli episodi è Getta Robot.

 


enciclorobopedia
Un grazie all’amico Daigo e al suo sito
Enciclorobopedia per i dati foniti.

 

Comments are closed.